Controlli dei carabinieri sul Gargano. Tra controlli per spaccio di droga, auto rubate e verifica misure anti Covid.

Negli ultimi giorni, i reparti della Compagnia Carabinieri di Vico del Gargano hanno programmato un’intensificazione dei servizi di controllo del territorio, al fine di vigilare sul crescente flusso turistico in entrata ed uscita, verificare il rispetto delle norme anticovid, assicurare il tranquillo svolgimento degli eventi estivi, contrastare lo spaccio e l’uso di droga, ricercare i veicoli rubati, rilevare i tentativi di evasione dei soggetti ai domiciliari, captare i soggetti sospetti con precedenti di polizia, vigilare sulle vittime “Codice Rosso” ed accertare l’osservanza delle norme “salvavita” del Codice della Strada.

Inoltre, in relazione all’allerta meteo diramato dalla Prefettura di Foggia il 27 agosto u.s., che aveva previsto sul Gargano in quei giorni possibili forti precipitazioni temporalesche, le Stazioni e la Radiomobile hanno stabilito la presenza di pattuglie sul territorio per fornire eventuale assistenza ai cittadini ed ai turisti in difficoltà nelle località marine.

I Carabinieri hanno pattugliato in particolare i centri storici, i lidi e le aree vicine agli esercizi pubblici, dove le distrazioni della “movida” inducono a prestare minor attenzione alle norme sanitarie anticovid, alla propria ed all’altrui incolumità. Particolare attenzione è stata anche rivolta alla crescente pericolosa abitudine tra i giovani di portare con se coltelli a serramanico, che in caso di liti e risse inducono a provocare gravi eventi.

I servizi delle Stazioni Carabinieri di Vico del Gargano, Cagnano Varano, Carpino, Rodi Garganico, Ischitella, Peschici, Isole Tremiti e degli equipaggi della Sezione Radiomobile, portavano a termine le seguenti operazioni:

 

Servizi Anticovid: 25 i controlli agli esercizi pubblici, per verificare le prescrizioni anticovid. 46 le verifiche sulle certificazioni “verdi-covid19”. 4 le infrazioni rilevate nei locali del Centro Storico di Peschici, per emissione di musica oltre l’orario consentito.

 

Contrasto detenzione, spaccio e uso stupefacenti: nella località marina San Menaio di Vico del Gargano, Ischitella e Peschici, venivano eseguite 63 perquisizioni personali e veicolari. 17 gli assuntori di sostanze stupefacenti segnalati alla Prefettura. Nel complesso venivano recuperati e sottoposti a sequestro, 45 grammi di marijuana, 14 grammi di hashish e 1 grammo di cocaina.

 

Ricerca di veicoli rubati: le tempestive ricerche attuate dai Carabinieri di Peschici attraverso il monitoraggio del sistema antifurto GPS, costringevano i malfattori ad abbandonare, intatta, una Maserati “Levante” oggetto di furto, la quale veniva restituita al proprietario.

 

Deferimento in stato di libertà dei seguenti soggetti, ritenuti responsabili di:

  • omissione di soccorso: in Vico del Gargano, un 71enne, alla guida della propria auto, investiva un pedone, senza prestargli soccorso;
  • furto aggravato: in Vico del Gargano, una 47enne, con precedenti di polizia, asportava furtivamente una borsa contenente un pc portatile e denaro contante. La refurtiva veniva interamente recuperata e riconsegnata al proprietario;
  • incendio: in Carpino, un 60enne, con precedenti di polizia, veniva sorpreso appiccare il fuoco a delle sterpaglie, che non si propagava per l’immediato intervento dei Carabinieri della locale Stazione CC;
  • tentata truffa: in Vico del Gargano, un 62enne, con precedenti di polizia, si appropriava indebitamente di alcuni indennizzi spettanti ai propri familiari;
  • frode informatica: in Rodi Garganico, un 28enne, con precedenti di polizia, vendeva via internet materiale elettronico, poi non recapitato all’acquirente;
  • disturbo delle occupazioni o del riposo: in Peschici 3 gestori di esercizi pubblici venivano deferiti per aver emesso musica ad alto volume, anche in orario non consentito;

 

Sanzioni C.d.S. “salvavita”: i Carabinieri vigilando sulla regolarità della circolazione sulle arterie stradali di collegamento tra i centri abitati e le località marine, elevavano 86 contravvenzioni al codice della strada, con conseguente detrazione di punti, riguardanti in particolare, l’obbligo di indossare le cinture di sicurezza ed il casco protettivo, con conseguente fermo amministrativo di un ciclomotore.

Inoltre:

  • un 25enne, con precedenti di polizia, veniva deferito per guida in stato di ebbrezza alcolica poichè sorpreso guidare con un tasso alcolemico superiore a 1,60 g/l. Immediato il ritiro della patente;
  • un 36enne, con precedenti di polizia, veniva deferito per guida sotto l’influenza di stupefacenti, trovato in possesso di grammi 5 di hashish e due marijuana, per uso personale. Adottato il provvedimento del ritiro della patente.

185 i veicoli controllati, 348 le persone identificate, di cui 65 con precedenti di polizia.

 

Controllo soggetti sottoposti arresti e detenzione domiciliare: 160 i controlli effettuati con esito regolare.

 

Controllo e deferimento di soggetti sospettati di detenere armi: i Carabinieri di Peschici, deferivano in stato di libertà un soggetto in atteggiamento sospetto, non residente, con precedenti di polizia, che perquisito veniva trovato in possesso di due coltelli a serramanico della lunghezza complessiva di cm 16. La sua posizione verrà valutata per l’emissione del foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel comune di Peschici.

 

Vigilanza vittime “codice rosso”: durante lo svolgimento dei servizi le pattuglie hanno vigilato sulle vittime dei reati “Codice Rosso”, eseguendo oltre 180 attività tendenti a prevenire ulteriori episodi violenti.

 

Contrasto al commercio abusivo ambulante in Peschici: i servizi preventivi e repressivi del fenomeno consentivano alla Stazione CC di procedere al sequestro di 110 borse, 40 giochi da spiaggia, 37 paia di scarpe, 85 teli mare, 584 capi di abbigliamento, elevando a 5 venditori ambulanti sanzioni per complessivi 25.000 euro;

 

Allerta Meteo. Interventi di assistenza e soccorso, per avverse condizioni metereologiche.

In quei giorni il Gargano ed in particolare i comuni di Rodi Garganico, Peschici, Vico del Gargano, Carpino e Ischitella, sono stati colpiti da violenti nubifragi, che provocavano l’allagamento di alcuni locali dei centri abitati, delle strade e delle linee ferroviarie, riversandovi grossi quantitativi di fango e detriti provenienti dai canali circostanti.

La Centrale Operativa della Compagnia di Vico del Gargano, in quei momenti, allertava le squadre di soccorso che, transennavano e chiudevano al traffico alcune strade divenute impraticabili.

55 le richieste d’aiuto pervenute alla Centrale, riguardanti in particolare cittadini e turisti spaventati dal muoversi violento delle masse d’acqua e automobilisti rimasti bloccati nel fango e nei detriti.

Le pattuglie dei Carabinieri predisposte per dare assistenza ai malcapitati, svolgevano 35 azioni di soccorso ad automobilisti, rese particolarmente difficili dal buio ed in alcune zone dall’interruzione dell’energia elettrica. Particolarmente impegnativo, il soccorso ad un pulmino di turisti rimasto bloccato in mezzo ad un allagamento stradale, sul litorale di Rodi Garganico. L’attività sinergica delle forze intervenute consentiva di registrare solo episodi di “paura”, ma non feriti.

Rinvenimento di armi: i Carabinieri di Rodi Garganico, su segnalazione di alcuni cittadini, al termine degli effetti dell’alluvione, rinvenivano nel greto di un canale un sacco di plastica contenente un fucile e due carabine, coperte di fango e arrugginite, trasportate a valle dalla forza del torrente in piena. Immediato il sequestro delle armi per gli accertamenti del caso.

 

I Carabinieri durante le attività di servizio hanno divulgato a cittadini e turisti, la possibilità di consultare il sito www.carabinieri.it (consigli tematici), ove poter reperire utili spunti per cercare di non restare vittima di reati e trascorrere le vacanze tranquillame

Altre notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *