Italexit contro applicazione obbligo green-pass. Inviata comunicazione di richiamo alla norma europea ad istituzioni locali.

“ITALEXIT”, il nascente partito euroscettico ispirato, sulla scia della “Brexit”, dal senatore Gianluigi PARAGONE che ha visto nello scorso mese di aprile l’Associazione politica “Vox Italia” (nata nel settembre del 2019 come nuovo partito “oltre destra e sinistra”, No UE – NO euro) aderire in pieno sostegno al progetto politico “ITALEXIT” a livello nazionale e diventarne, perciò, una parte attiva inclusa, scende in campo a sostegno del diritto dei cittadini al lavoro.

Il Coordinamento Provinciale di Foggia in persona del suo Coordinatore Provinciale, Avv. Marcello MARIELLA, già tuttora Coordinatore Regionale per la Regione Puglia di Vox Italia, esprime tutto il suo dissenso nei confronti della norma che entra in vigore il 15 ottobre 2021 e che prevede, per i lavoratori che non hanno il Green pass, il divieto di acceso ai luoghi di lavoro con la conseguente “sospensione” dallo stipendio. Tale norma, non essendo uno strumento di prevenzione per la sanità pubblica ma solo un sistema incostituzionale di controllo delle attività dei cittadini sul modello cinese del “Sistema di credito sociale” con il quale il regime comunista cinese ha costruito un sistema invasivo di controllo basato sulla sorveglianza dei cittadini assegnando loro un punteggio o un voto in base al quale poter accedere poi a determinati servizi, il green pass applicato al mondo del lavoro è capace di produrre unicamente gravi ripercussioni a danno del tessuto economico e produttivo della nazione.

“ITALEXIT” rimarca con forza ed evidenza la lesione operata dal “Green pass” al fondamentale diritto al lavoro, pilastro della Costituzione Repubblicana, ed invita tutti i soggetti deputati alla verifica del rispetto di tale norma, alla disapplicazione dei Decreti Legge n. 105 del 23 luglio 2021, n.111 del 6 agosto 2021 e n.127 del 21 settembre 2021 in quanto in contrasto con la norma di livello gerarchico superiore quale è il Regolamento (UE) 2021/953 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 14 giugno 2021.

A tale proposito “ITALEXIT” ha inviato, alle Autorità Istituzionali interessate sul territorio dauno, un’istanza di disapplicazione che invita al rispetto della gerarchia delle fonti con riguardo alla prevalenza dei regolamenti europei sulle fonti normative italiane.

 

Altre notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *