Ven. Ott 7th, 2022

L’abigeato, l’occupazione dei terreni altrui dove far pascolare i propri animali, l’imposizione che dalle parole arriva alla forza, determinando uno scontro sanguinario durato quarant’anni. La storia della mafia garganica è stata al centro di numerosi scritti, libri, approfondimenti giornalistici, ma fino ad oggi non aveva mai trovato spazio al cinema con un film capace anche di attirare l’attenzione della critica all’ultima edizione del Festival del Cinema di Venezia. E così, “Ti mangio il cuore“ di Pippo Mezzapesa parte dal romanzo di Carlo Bonini e Giuliano Foschini proponendo uno scenario di quella che è diventata la mafia garganica che trova linfa nei personaggi e nei loro comportamenti, nei rapporti tra i protagonisti del film, tra cui la cantante Elodie che sarà a Foggia alla Città del Cinema domani alle ore 18. La mafia garganica, la guerra tra famiglie, i collegamenti con le altre realtà criminali della zona e le distinte batterie di quella che oggi definiamo la “Quarta mafia”, considerata la più brutale al momento operativa sul territorio nazionale. Nel film compaiono anche diversi attori foggiani, tra cui il bravissimo Dino La Cecilia in una veste molto particolare, a cui gli spettatori forse non sono abituati, e lontana dai personaggi teatrali interpretati negli ultimi anni. La curiosità che accompagna l’avvio della programmazione del film è soprattutto legata al messaggio che ne deriverà, considerando che è la prima volta che lo scenario garganico delle faide, soprattutto famigliari, trova rilevanza a livello nazionale. Una cosa è certa: la mafia garganica nonostante i tanti arresti è come una fiamma sotto la cenere, a cui non bisogna dare modo e tempo per alimentarsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.