Latina-Foggia, Ferrante torna e si fa subito sentire. Sciacca prezioso in difesa.

Alastra 6,5: Due uscite, di cui una decisiva, con i piedi, a evitare qualcosa di doloroso. Sul calcio di rigore indovina il lato ma non può fare nulla.
Martino 5,5: Corre, si propone, recupera e prova a far ripartire la squadra dal basso. Poi annulla tutto provocando il rigore del pari.
Girasole 6: Una bella sorpresa al centro della difesa. Recupera diversi palloni, si sacrifica tanto, bravo nello sbrogliare situazioni poco piacevoli.
Sciacca 6,5: Inamovibile. Si muove tantissimo e non molla neanche un secondo Carletti. Preciso nelle chiusure. Si propone avanti con due cross interessanti, uno in particolare per Ferrante che non controlla bene. L’azione del vantaggio nasce da un suo recupero.
Nicoletti 6: Non si risparmia sulla fascia sinistra. Esce sempre con palla al piede, si propone e rischia anche di segnare. L’intesa con Curcio è buona.
Gallo 6,5: È in forma. Confeziona un assist perfetto per la testa di Ferrante. Bravo nelle ripartenze, con strappi e accelerazioni che aprono spazi tra le linee del Latina.
Petermann 6: La traversa del Francioni sta ancora tremando. Una punizione da dieci e lode per l’esecuzione. A centrocampo inizia a dimostrare più maturità. Ancora troppo macchinoso, da migliorare la precisione nei passaggi.
Rocca 5,5: Rispetto ai suoi standard non si vede tanto. Si limita nelle questioni ordinarie ma troppi palloni persi. Nel secondo tempo mostra più personalità ma forse è troppo tardi.
Di Grazia 5,5: Un paio di cosette buone. Corre, cerca di proporsi ma va a sbattere contro i difensori avversari.
Ferrante 7 (migliore in campo): Segna il gol del vantaggio. Stacco imperioso su cross di Gallo. Dopo lo stop ritorna in campo e fa capire a tutti che al centro dell’attacco può esserci solo lui. Bravo a pressare sui difensori avversari. Si muove tantissimo, fa movimenti funzionali alla squadra per creare spazi. Tanti passaggi e una percentuale di errore bassissima.
Curcio 6,5: Vicinissimo al gol. Un tiro balisticamente perfetto, forse troppo che finisce sulla traversa. Confeziona cross e passaggi filtranti. Poteva sicuramente risparmiarsi il giallo.
Merola 6: Entra al posta di Di Grazia per dare qualità in fase offensiva. Ci prova e fa un buon lavoro con la palla.
Ballarini 6: Entra al posto di Rocca per dare dinamismo sulla fascia. Ci riesce con giocate di qualità. Buona l’intesa con Merola.
Merkaj e Garattoni: SV
Zeman 6: Il calcio di rigore e la sfortuna delle due traverse. Nel secondo tempo un Foggia con più idee ma poche azioni e troppi spazi concessi a centrocampo.

Altre notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *